ULTIME NEWS
Banner Lega Sud

giovedì 3 giugno 2021

LA PSICODEMOCRAZIA AI TEMPI DEL COVID

 


Mentre - nel silenzio dei media e senza quasi che ce ne accorgessimo – i nostri diritti vengono erosi in maniera inesorabile come avviene con la metafora del rana bollita, il regime si diverte a distogliere l’attenzione dai reali problemi legati alla gestione dell’emergenza sanitaria, riempiendoci di clandestini e provando ad approvare autentici obbrobri giuridici come il Decreto Legge Zan con il quale si rischia di andare in galera, semplicemente affermando che i figli possono, dal punto di vista squisitamente biologico, essere generati solo dall’unione di un uomo con una donna…..

Credevamo di aver raggiunto il limite dell’idiozia, delle pagliacciate e delle assurdità, con il bonus per i monopattini che abbiamo visto introdurre lo scorso anno, ma purtroppo ci sbagliavamo. Il progetto di costruzione di una società distopica di stampo liberticida e orwelliano, prosegue dunque a ritmo serrato con la ciliegina sulla torta rappresentato dallo sbarco quotidiano di orde di clandestini, a dispetto delle prospettive economiche che parlano di un paese, la cui situazione economica è drammatica con un equilibrio sociale che rischia, da un momento all’altro, di esplodere in tutta la sua virulenza.



Il ministro degli interni Lamorgese, infischiandosene del fatto che non solo non conosciamo la provenienza di queste persone ma anche il loro stato di salute, continua ad attentare alla nostra sicurezza perché deve rispettare gli ordini di questa schifosa Unione Europea, governata da ladri, lobbisti, massoni, criminali, burocrati, usurai, pedofili e strozzini della peggiore specie! In questo, intravediamo anche la complicità del fannullone padano Salvini la cui opposizione alle schifezze perpetrate dall’esecutivo Draghi che sostiene, è pressoché inesistente e impalpabile. Così come non può essere definita nemmeno come “opposizione” quella degli sfigati (s)fascistelli di borgata dei fratelli di itaglia, che stanno al Parlamento solo per fare numero e raccattare gli elettori scontenti e delusi della lega naziunalista e dei seguaci del partito del Berluska, in avanzata fase di evaporazione e decomposizione.

Provvedimenti come la porcheria partorita dal senatore del PD Zan, il passaporto vaccinale e l’ipotesi agghiacciante di misure restrittive per chi oserà rifiutarsi di farsi somministrare sieri sperimentali dalla dubbia efficacia come quelli di Pfizer, Moderna, AstraZeneca e Johnson&Johnson, la dicono davvero lunga sul fatto che in questo paese non si può più parlare di un rischio di deriva autoritaria, quando media e giornali si affannano a difendere l’indifendibile e a non denunciare l’avvento di questa nuova forma di totalitarismo camuffata da un sorriso ipocrita e di circostanza. Contravvenendo – e questa è la cosa più grave - a quelli che pure sarebbero principi di natura deontologica, solo perché devono essere vassalli dei potenti e obbedire ai diktat di un potere mafioso e coercitivo che li controlla e li utilizza come pupazzi.



Chi invece si oppone apertamente ad uno status quo che sta diventando sempre più insostenibile, commette uno di quegli psicoreati sapientemente descritti da George Orwell nel suo immortale capolavoro “1984”: qui purtroppo la realtà sta abbondantemente superato la fantasia dello scrittore britannico e i fatti ce lo confermano sempre di più, a giudicare dalle decisioni che stanno prendendo senza far trapelare nulla. Introducono, da grandi vigliacchi e codardi quali sono, emendamenti-trappola all’interno di leggi che si preoccupano di far approvare senza far sapere niente a nessuno.

Del resto, le aperture di tutte le attività commerciali per l’estate che sta per arrivare, sono uno specchietto per le allodole nonché il segnale più evidente che quei pagliacci di stanza a Roma, temono – a ragione, ci permettiamo di aggiungere - fortemente che la rabbia popolare possa riversarsi su di loro, come meritano! E dunque, ecco che l’introduzione della zona bianca progressivamente per tutte le Regioni, risponde anche e soprattutto all’esigenza di raschiare quel che ancora resta dal fondo del barile, dal momento che i soldi presi in prestito dall’Europa, prima o poi, andranno restituiti. E, a quel punto, saranno davvero lacrime e sangue per tutti perché non escludiamo l’introduzione di patrimoniali, l’espropriazione di soldi direttamente dai nostri conti correnti e delle nostre case.

Ma guai a parlare di queste cose, perché poi si viene bollati quali eversivi, dai portatori e dai detentori incontestabili della verità assoluta che non ammettono le voci fuori dal coro, utilizzando una tecnica in voga ai tempi del nazismo.



Una tendenza vergognosa, in atto già da quando erano considerate quali fake news gli articoli di giornale nei quali si ipotizzava che il COVID-19 fosse nato in laboratorio, per iniziativa del governo cinese allo scopo di scatenare la guerra batteriologica. Non possiamo non sottolineare come, da un anno e quasi e mezzo a questa parte, i nostri diritti e le nostre libertà siano state messe seriamente a repentaglio da un folle progetto ordito da una cricca di bastardi per il quale dobbiamo solo auspicare, un giorno, l’utilizzo della ghigliottina e di altri strumenti di tortura, al fine di ripagarli della malvagità gratuita cui ci stanno sottoponendo.

Abbiamo sempre, e a più riprese, attaccato in maniera durissima il comportamento del regime comunista di Pechino che ha nascosto a tutto il mondo quanto è accaduto nel laboratorio di Wuhan, negando le ispezioni di organismi indipendenti. Così come la stessa Organizzazione Mondiale della Sanità, ci è apparsa sin troppo debole al cospetto di Xi Jinping e dei suoi scagnozzi, e il governo itagliano non ha mai avuto l’autorità di chiedere spiegazioni esaurienti e convincenti alla Cina. Adesso, è notizia di questi ultimi giorni, persino la nuova amministrazione americana guidata da quel massone e pedofilo di Biden, sta ammettendo che l’origine del virus non proviene dal mondo animale come eppure qualche buontempone ha provato a farci credere, con la storiella dei pipistrelli, quanto piuttosto è una temibile arma con cui seminare morte e terrore e mettere in ginocchio l’economia di interi paesi. Il dubbio che, da tempi non sospetti, attraversa i nostri pensieri è che il progetto nascosto fra le righe sia quello di sterminare un’ampia fetta di popolazione mondiale. Per far ciò, si utilizzano armi di vario genere come l’instaurazione di governi fantoccio (quello itagliano, senz’altro lo è, visto che Draghi non è mai stato eletto da nessuno), crisi economiche con speculazioni di vario genere, la soppressione delle libertà individuali (comprese quelle di spostamento, di cura e di iniziativa economica) la creazione di virus in laboratorio, e la somministrazione di ritrovati farmaceutici che tutto sono, fuorché vaccini dal momento che la loro sperimentazione è appena iniziata e non si sa ancora se produrranno o meno effetti a lungo termine. Così come nessuno di noi, è consapevole di come reagirà il proprio sistema immunitario a conferma che non è possibile avere delle certezze sull’efficacia di questi sieri in maniera così disinvolta e spregiudicata.


Basterebbe solo riflettere e ricomporre i tasselli di un mosaico che sembra avere i propri tasselli scomposti e sparpagliati qua e là, per capire che quella di oggi è la più colossale truffa mai perpetrata nella millenaria storia dell’umanità. Verrà il giorno in cui chi ha creato tutto questo, sarà chiamato a doverne rispondere e là sì che ci sarà davvero da divertirsi.

Francesco Montanino

ufficiostampa@legasud.it 


Lega Sud - Ausonia

Lega Sud Notizie - Alcuni articoli e foto sono prelevati dal web come fonte di notizie. Qualora il proprietario di foto e contenuti volesse richiedere la rimozione delle stesse dal nostro sito, per motivi di copyright, potrà scriverci dal form di contatti. Entro 48 ore il contenuto sarà rimosso dal nostro blog ufficiale.

1 commento:

  1. Ai sensi leggi trasparenza, è doveroso per tutti i partiti, nessuno escluso, assicurare i cittadini in merito, non certo ricorrendo al terrorismo disinformatico , ma analizzando un dibattito,non trascurando interpellanze in merito, da cui emerga quale volontà hanno i leaders dei partiti in Italia e loro eventuali corresponsabilità, negli inquietanti scenari di abusi della pubblica credulità verso istituzioni che dovrebbero essere degne di fede.

    RispondiElimina

 
Copyright © 2013 LEGA SUD - BLOG UFFICIALE
Design by STUDIO EREMITA 4.0 | © LEGA SUD AUSONIA